Rinvio del termine di versamento dell'IMU sui terreni agricoli montani al 26.01.2015


(Pubblicato sul n. 01 del 03.01.2015)

È ufficiale la proroga dei versamenti IMU sui terreni agricoli montani.

Il provvedimento (articolo 1 del decreto legge n. 185/2014) che slitta la scadenza al 26 gennaio 2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 291/2014.

La misura era stata preannunciata dal Consiglio dei Ministri del 12/12/2014, che aveva approvato:

Uno slittamento dal 16 dicembre 2014 al 26 gennaio 2015 del termini di versamento dell’IMU sui terreni agricoli montani. La norma proposta è diretta ad evitare che i contribuenti siano tenuti a versare l’imposta sulla base di aliquote troppo elevate. È comunque salvaguardata l’applicazione di aliquote deliberate con specifico riferimento ai terreni agricoli. Allo stesso tempo, con la norma proposta, i Comuni accertano convenzionalmente nel bilancio 2014 gli importi a titolo di maggior gettito IMU derivante dalla revisione dei terreni agricoli montani, a fronte della corrispondente riduzione del Fondo di Solidarietà Comunale (FSC) 2014″.

La proroga è stata concessa visti i tempi stretti per l’adempimento, dettati dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale del 28 novembre 2014 che ha ridefinito l’esenzione, arrivata solo il 6 dicembre scorso.

Entro il 26 gennaio 2015, quindi, i proprietari di terreni agricoli montani ubicati nel territorio di competenza dei Comuni non più esenti, dovranno versare l’aliquota di base dello 0,76%, a meno di diversa delibera da parte del competente ente locale.

Sono stati ridefiniti i criteri per l’applicazione dell’esenzione IMU sui terreni agricoli.

In base al nuovo provvedimento, infatti, la situazione è la seguente:

 - l’esenzione totale dall’IMU spetta soltanto ai terreni situati nei  Comuni con altitudine superiore ai 600 metri sul livello del mare;

-  in presenza di un’altitudine compresa fra 281 e 600 metri l’esclusione è limitata ai coltivatori diretti iscritti alla previdenza agricola e gli imprenditori agricoli professionali.

- L’IMU è, invece, contrariamente a quanto previsto ai punti superiori, dovuta interamente nel caso di  terreni agricoli situati in tutti quei comuni  che sono ubicati ad una altitudine inferiore a 281 metri.

L’ulteriore novità che attiene all’individuazione dei comuni che rientrano nelle casistiche sopra specificate è che mentre prima, per l’applicazione dell’esenzione suddetta, si faceva riferimento all’elenco contenuto nella circolare ministeriale n. 9 del 14 giugno 1993, con la nuova disposizione, il punto di riferimento per la verifica dei requisiti in questione è rappresentato dall’Elenco dei comuni italiani, pubblicato sul sito dell’ISTAT, che diventa elemento determinante per l’imposta.
Le disposizioni contenute nel nuovo decreto hanno, tuttavia, messo in allarme gli agricoltori e i possessori di terreni agricoli esclusi dall’esenzione e da più parti si sono levate voci per chiedere il rinvio al 2015 dell’applicazione della nuova disciplina o la conferma dell’esenzione per tener conto delle oggettive difficoltà in cui vivono le popolazioni che risiedono nei territori montani.
L’art. 1 del D. L. n. 185 del 16 dicembre 2014,  prevede, infatti, la  proroga del termine di  pagamento  dell’IMU relativa ai  terreni  agricoli  montani al 26  gennaio  2015.
L’articolo precisa al comma 2 che nei comuni nei quali i  terreni  agricoli non  sono più oggetto dell'esenzione, anche parziale, prevista dall'art.7, comma 1, lettera h), del D. Lgs. n. 504 del 1992, l'imposta è determinata per l'anno 2014 tenendo conto  dell'aliquota di base fissata dall'art. 13, comma 6, D. L. n. 201 del 2011.

Nel caso in cui, invece, i comuni abbiano già previsto nel proprio regolamento l’aliquota da applicare ai terreni agricoli, all’interno delle altre previsioni per l’anno 2014, di si applica quest’ultima.
E’ molto probabile che il semplice rinvio del termine di pagamento non soddisfi le aspettative di molti che speravano, invece, in una proroga più lunga, a meno che non intervenga nel futuro una correzione della norma che modifichi le modalità relative all'applicazione dell’IMU ai terreni agricoli.

Avv. Iconio Massara – Specialista in Diritto Tributario

© 2013 by Studio Legale Associato Massara & Primerano. 

Via Altiero Spinelli, Snc, 89900 Vibo Valentia (VV)